martedì 11 dicembre 2018

DAX Trading Strategy 11/12/2018


L'ottava è partita ancora con una seduta difficile per gli indici europei mentre Wall Street ha chiuso in positivo seppur leggermente. EUR/USD ha ritracciato circa 100 punti a ribasso e lo spread BTP-Bund è rimasto sotto 290bp.

A mio modo di vedere, non vedo la situazione macroeconomica cosi deteriorata, rispetto alle ultime settimane, tanto da giustificare ribassi importanti. Diversamente credo che DAX stia scaricando l'energia accumulata nella fase di congestione daily degli ultimi due mesi. Quindi motivazione più tecnica che macroeconomica.

venerdì 7 dicembre 2018

DAX Trading Strategy 7/12/2018


Ieri, con l'apertura delle borse europee è continuata la caduta degli indici, che era iniziata dall'attivazione degli HFT nella notte, alla riapertura del cash statunitense. Nel complesso, negli USA la caduta non ha violato livelli-chiave, tanto che Nasdaq, che di solito è il più debole degli indici, ha recuperato tutto il crash intraday chiudendo in positivo.

Chissà quanti flash-crash dobbiamo ancora vedere prima che le autorità di regolamentazione decidano di mettere mano ad un codice per l'utilizzo di algoritmi robot sui mercati.

giovedì 6 dicembre 2018

DAX Trading Strategy 6/12/2018


Sorpresa alla riapertura dell'azionario americano, dopo la giornata di chiusura per lutto, decretata dal presidente Trump in onore dell'ex presidente Bush senior. Gli indici statunitensi hanno vissuto un flash crash che ha portato giù S&P500 di circa 46 punti e Nasdaq, addirittura, di 200 punti circa.

Il CME ha dichiarato che è dapprima intervenuto ponendo delle pause di 10 minuti alle negoziazioni accettando solo ordini limit per poi arrivare a sospendere le contrattazioni per evitare ulteriori cali.  Al momento S&P500 e Nasdaq perdono poco più di mezzo punto percentuale.

mercoledì 5 dicembre 2018

DAX Trading Strategy 5/12/2018


Ieri mi aspettavo una conferma dai prezzi di DAX ed infatti è arrivata, l'indice tedesco ci ha detto: motori indietro tutta, rientro in congestione e confermo il sentiment ribassista.
Ricordiamo invece come gli indici americani hanno cambiato il sentiment a rialzista già da alcuni giorni.

Detto ciò, ieri abbiamo visto pesanti vendite sugli indici azionari, inaspritesi nel tardo pomeriggio europeo con le accelerazioni ribassiste dei listini americani che hanno lasciato sul piatto a fine seduta oltre il 3.5%.

martedì 4 dicembre 2018

DAX Trading Strategy 4/12/2018


La prima seduta di dicembre ha visto importanti gap in apertura con gli operatori che hanno preso bene l'accordo di tregua sui dazi tra USA e Cina, accordo temporaneo che durerà 90 giorni, alla scadenza dei quali, se non si giungerà ad un accordo definitivo, l'amministrazione Trump potrebbe decidere di inasprire misure ed aliquote.

Questa situazione ha permesso anche il rimbalzo del petrolio, che era nell'aria da giorni ma mancava di forza, con Crude Oil che è arrivato a testare 54$ x barile. Lo spread BTP-Bund è rimasto abbastanza stabile in area 285bp.

venerdì 30 novembre 2018

DAX Trading Strategy 30/11/2018


Ieri abbiamo visto una seduta laterale su tutti i grafici con gli unici momenti di volatilità determinati dai vari tweet di Trump, postati dall'Air Force One, durante il viaggio verso Buenos Aires, dove oggi inizierà il vertice G20.

Trump ha comunicato, tramite Twitter, che è annullato l'incontro previsto con Putin, in seguito alla crisi con l'Ucraina nel mar d'Azov; mentre è confermato quello con la Cina per parlare di dazi. Al di là delle grandi attese degli analisti sembra che non avremo nessun colpo di scena in quanto la strategia di Pechino è quella di prendere tempo.

giovedì 29 novembre 2018

DAX Trading Strategy 29/11/2018


I prezzi del petrolio non accennano a rimbalzare, negli ultimi giorni Crude Oil sta lateralizzando sopra 50$ ovvero gli ultimi minimi relativi e scommettiamo che nelle prossime ore proveranno anche un'incursione ribassista.

Ieri abbiamo visto un forte rimbalzo sugli indici USA durante il discorso del governatore Powell, che ha trainato anche i future sugli indici europei. Sostanzialmente, il movimento è stato sostenuto più da ricoperture di ordini SHORT piuttosto che da aperture di ordini a rialzo.

mercoledì 28 novembre 2018

DAX Trading Strategy 28/11/2018


Gli indici hanno continuato il rimbalzo mentre in Europa dopo un'accelerazione in apertura abbiamo visto i prezzi perdere terreno per poi lateralizzare per il resto della giornata. Lo spread BTP-Bund è rimasto stabile appena sotto 300bp mentre EUR/USD ha continuato a scendere e sta cercando di bucare 1.13; la strada sembra lanciata verso 1.09 nel medio/lungo termine.

Le chiusure mensile/settimanale di novembre ci daranno segnali su quale destino attenderà i mercati nel mese di dicembre. Intanto, in attesa del PIL preliminare USA che verrà pubblicato oggi, gli analisti nutrono molte aspettative sul meeting G20 che si terrà venerdì e sabato.

martedì 27 novembre 2018

DAX Trading Strategy 27/11/2018


Le borse hanno iniziato l'ottava in rimbalzo, con gli indici azionari che hanno avuto la meglio e FTSE-MIB grande star di giornata con una chiusura sopra 2.80%; mentre rileviamo forte volatilità sul cambio EUR/USD che ha rimbalzato fino a 1.1384 per poi chiudere in area 1.1330.

A Milano forte ripresa dei bancari e soprattutto dei titoli legati al greggio, come conseguenza del tentativo di rimbalzo dell'oro nero dopo che il Crude Oil è crollato fino a 50$xbarile nel weekend. Per vedere un movimento ripido di questo tipo dobbiamo ritornare col grafico al 2015.

venerdì 23 novembre 2018

DAX Trading Strategy 23/11/2018


Per ieri mi aspettavo un movimento lateral-ribassista su DAX ed infatti i prezzi non hanno tardato a darmi ragione, invertendo la direzione della seduta precedente e facendo un minimo di giornata a 11111. Wall Street era chiusa per il giorno del Ringraziamento, mentre oggi Black Friday sarà aperta per metà seduta.

Comunque i volumi rimarranno deboli, se andiamo a tener conto che anche in Giappone gli uffici sono chiusi per festività ed il calendario macro è assolutamente povero di dati. 
Il mood degli indici rimane lateral ribassista ed a guardare il grafico weekly di DAX sembra che i prezzi rimarranno in congestione, sui livelli attuali, per le settimane a venire.

giovedì 22 novembre 2018

DAX Trading Strategy 22/11/2018


Nella giornata in cui è arrivata puntuale la bocciatura della manovra finanziaria italiana da parte della Commissione Europea, con contestuale avvio della procedura d'infrazione, abbiamo visto un forte rimbalzo degli indici europei, con DAX che si è fermato poco sotto il 2%, aprendo la seduta in ampio gap-up.

Segno che i mercati avevano ampiamente scontato nei prezzi la bocciatura e si aspettano altre notizie per fare nuovi minimi.

mercoledì 21 novembre 2018

DAX Trading Strategy 21/11/2018


Un'altra giornata nera, quella di ieri, per gli indici di borsa. Dopo il profondo rosso delle borse orientali, l'orso ha continuato a bramire anche sugli indici occidentali, con DAX e Nasdaq che hanno ancora svolto il ruolo dei peggiori andando a tentare la rottura degli ultimi minimi di ottobre. 

Apple ha chiuso con una perdita di poco inferiore al 5% mentre i prezzi di DAX sono andati a colpire il magnete a 11090 come era nelle attese. Ora l'indicatore H1 mostra una palese divergenza rialzista mentre sui timeframe superiori abbiamo evidenti forzature ribassiste.

martedì 20 novembre 2018

DAX Trading Strategy 20/11/2018


Questa ottava particolare, che precede l'inizio del periodo natalizio vero e proprio, si è aperta in rosso per gli indici di borsa occidentali e per il dollaro USA; Nasdaq e DAX hanno addirittura rotto i minimi della scorsa ottava confermando il sentiment ribassista. Impennata dello spread BTP-Bund che ha superato 320bp.

Fatica a prendere corpo il rimbalzo di Crude Oil che non riesce a ripassare a rialzo il livello di massima importanza 57.60$ che aveva bucato a ribasso il 13 novembre. Forte invece il cambio EUR/USD che sale con l'intento di dare una "testata" alla media mobile Magic sul daily, passante in area 1.1480

venerdì 16 novembre 2018

DAX Trading Strategy 16/11/2018


Ieri tutti gli indici occidentali hanno chiuso in positivo ma continua la forte volatilità all'interno della congestione con accelerate seguite da contro-accelerate. I prezzi misurano una buona escursione giornaliera per poi ritornare allo stesso punto. Quindi guai ad attuare strategie di trend-following. 

Questo scenario mi ha consentito di chiudere in pareggio la posizione short che avevo in corso, come era nei miei piani. Invece, come ho detto ieri, Crude Oil dopo la grande caduta, è arrivato su un livello dal quale può vedere un piccolo rimbalzo, ma rimane frenato dal livello di massima importanza 57.60 Forse prima di rimbalzare farà una falsa rottura dei minimi.

giovedì 15 novembre 2018

DAX Trading Strategy 15/11/2018


Ieri seduta molto movimentata per gli indici europei, soprattutto su DAX abbiamo assistito a forti accelerazioni e contro-accelerazioni. Il magnete sul vertice del triangolo di FH si è fatto sentire, eccome!!!

Crude Oil ha tentato un rimbalzo dagli ultimi minimi che per il momento non è andato a segno; l'area sicuramente è buona per vedere un piccolo rimbalzo ma forse prima vedremo una falsa rottura degli ultimi minimi.

mercoledì 14 novembre 2018

DAX Trading Strategy 14/11/2018


Il governo italiano ha inviato ieri sera la lettera di risposta alla Commissione Europea ribadendo sostanzialmente quanto già affermato nell'aggiunta al DEF, introducendo solo una vendita di immobili pubblici per diminuire il debito nel 2021.

Dopo le parole di Trump è continuato il crollo dei prezzi del petrolio Crude Oil che dopo aver raggiunto 58 il livello di massima importanza che avevo indicato, lo hanno sfondato ed ora puntano al secondo target daily 53$ x barile.

martedì 13 novembre 2018

DAX Trading Strategy 13/11/2018


Ieri era giorno festivo negli Stati Uniti, ma è continuato il rimbalzo del dollaro USA che ha fatto abbattere ad EUR/USD il livello di 1.13 ed i prezzi sono ormai in arrivo su 1.12 Continua anche il sell-off sul petrolio e Crude Oil sta arrivando al target che avevo dato 58$ x barile dove abbiamo un livello di massima importanza.

Il governo italiano ha annunciato che oggi partirà la lettera di risposta alla richiesta di chiarimenti della Commissione Europea sull'aggiornamento del DEF, quindi calibriamo la size tenendo conto della volatilità che potrebbe generarsi ed avendo presente che, ancora, nel breve abbiamo assenza di direzionalità.

venerdì 9 novembre 2018

DAX Trading Strategy 9/11/2018


Innanzitutto vi ringrazio per il grande successo di visite ottenuto dall'analisi dello scenario generale postata ieri; continuerò a lavorare per meritare sempre la vostra stima.

Continua la caduta dei prezzi del petrolio, Crude Oil ieri ha rotto a ribasso quota 61, dopo il rilascio del dato sulle scorte di gas naturale in netto aumento, ora il prossimo target è il livello di massima importanza in area 58$ x barile.

giovedì 8 novembre 2018

DAX Trading Strategy 8/11/2018


Il cambio EUR/USD e gli indici azionari hanno risposto bene alla mezza vittoria di Trump alle elezioni di metà mandato. Così gli indici USA hanno confermato di essere fuori dal guado, ma d'altronde, eccezion fatta per Nasdaq che è quello più malandato, non avevamo visto violazioni di livelli importanti; come invece è avvenuto in Europa.

in USA il trend rialzista di lungo scricchiola un pò? SI 
Vediamo all'orizzonte un'inversione ribassista di long term? Al momento, NO

mercoledì 7 novembre 2018

DAX Trading Strategy 7/11/2018


Continua la caduta delle quotazioni del petrolio con US Crude Oil che ieri ha tentato di rompere sotto 62 nonostante le sanzioni trumpiane all'Iran. Evidentemente l'oro nero sta già pagando profondamente le conseguenze dei dati economici e industriali che segnalano un rallentamento dell'economia mondiale.

In direzione opposta il cambio EUR/USD che sta cercando di superare i massimi di inizio novembre per giungere al terzo target H1 a 1.1485

lunedì 5 novembre 2018

DAX Trading Strategy 6/11/2018


EUR/USD cerca di continuare il rimbalzo partito da 1.13 mentre Crude Oil è ancora in caduta libera dopo aver toccato il target H1 a 63.10; le prossime giornate saranno rivelatrici nell'indicare se i prezzi vorranno dirigersi a 57$ x barile.

Gli indici di borsa sono in laterale, in attesa del risultato delle elezioni per il Congresso degli Stati Uniti che si terranno nella giornata odierna.

venerdì 2 novembre 2018

DAX Trading Strategy 2/11/2018


Ancora una seduta in rimbalzo per gli indici, con lo spread BTP-Bund sceso sotto 300bp. Continua a crollare Crude Oil che si è portato in area 63$ x barile, in calo di ben 2 dollari rispetto alla seduta precedente.

DAX ha continuato il rimbalzo andando a chiudere il gap del 23 ottobre per poi ritracciare completamente e mettersi in congestione sopra il lato del triangolo di FH, per tutto il pomeriggio.

Considerato che non è accettabile che il petrolio scenda mentre gli indici salgono, è palese che uno dei due sta sbagliando, per cui il mio sentiment rimane lo stesso. Non-Farm-Payrolls permettendo.

STRATEGIA H1: flat; probabile ritorno dei prezzi dentro il triangolo di FH con primo approdo 11360 e poi 11280

(tenere un'area cuscinetto di 3/5 punti sul prezzo di attivazione, in base alla volatilità di giornata).

ATTENZIONE: Rilascio di Notizie ad Alto Impatto

------------LEGGI BENE IL DISCLAIMER------------

giovedì 1 novembre 2018

DAX Trading Strategy 1/11/2018


Mentre tutti gli indici europei chiudevano con buoni rimbalzi (tranne FIB, più penalizzato), EUR/USD ha toccato il target di fine movimento daily a 1.13 che vi avevo comunicato nei giorni scorsi.

Lo spread BTP-Bund si aggira intorno a 310bp e il CrudeOil continua a scendere verso area 65$ x barile. La giornata di oggi dovrebbe chiarire se siamo davanti a rimbalzi sostenuti da nuovi ordini oppure è solo un rimbalzo da chiusura di ordini ribassisti.

mercoledì 31 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 31/10/2018


Gli indici europei e USA hanno chiuso ieri in netto rialzo, mentre risaliva lo spread BTP-Bund verso 311bp ed il cambio EUR/USD riprendeva il cammino verso il target di fine movimento daily 1.13

La volatilità intraday rimane alta ed i prezzi navigano in assenza di direzione. DAX nello specifico si trova incastrato in un triangolo di FH con vertice a metà novembre.

martedì 30 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 30/10/2018


L'apertura d'ottava ha rispettato le mie aspettative, abbiamo visto la partenza di in tentativo di rimbalzo in Europa con FIB che ha chiuso addirittura +1.91% mentre lo spread BTP/Bund scendeva sotto 300bp. Lo stesso non può dirsi per DAX che è rimasto vittima del sell-off flash generato a Wall Street dagli HFT attivatisi intorno a 2690 di S&P500; quando Milano aveva già chiuso.

La settimana rimane difficile da gestire, dopo i minimi importanti fatti la scorsa ottava a Wall Street. Credo che i tentativi di rimbalzo nella prima parte di questa settimana siano del tutto effimeri e che nella parte finale tornino a prevalere le vendite, fino a cambio scenario.

venerdì 26 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 26/10/2018


Ieri indici tutti in rimbalzo insieme a Crude Oil e spread BTP-Bund in diminuzione su 310 mentre il cambio EUR/USD si trova ben avviato verso il target daily 1.13

Questo lo scenario dopo le forti vendite di mercoledì, anche se la conferenza di Draghi ha deluso le aspettative. Vista la situazione macroeconomica europea e nello specifico italiana, gli analisti si attendevano una BCE che fosse più incisiva, diciamo più "di polso".

giovedì 25 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 25/10/2018


Mercoledì da profondo rosso per gli indici di borsa. Il sell-off è partito nella serata europea quando a Wall Street hanno ceduto i precedenti minimi giornalieri, che hanno portato Nasdaq a chiudere a -4.42% 

DAX ha colpito il target 11077 prima di chiudere ma io avevo in precedenza dato comunicazione di chiusura strategia, sul gruppo Facebook, a 11186 in quanto in area 11170 i prezzi stavano accumulando molto nervosismo. Ho voluto chiudere anche in vista dell'appuntamento BCE di oggi.

mercoledì 24 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 24/10/2018


Ieri qualcuno ha parlato di martedì nero per gli indici europei, ma a fine giornata FTSE-MIB ha lasciato sul terreno solo lo 0.86% mentre il peggiore è stato DAX che ha registrato un -2.17% Solo la BCE di giovedì potrebbe arginare questa caduta.

Come era ampiamente scontato, la Commissione Europea ha dato parere negativo alla manovra economica del governo Conte, concedendo allo stesso tempo 3 settimane di tempo per una correzione tesa a rientrare nei parametri condivisi.

martedì 23 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 23/10/2018


L'ottava è iniziata ancora una volta in rosso per gli indici azionari occidentali, il peggiore FTSE-MIB a Milano. In attesa della lettera della Commissione Europea sulla manovra finanziaria italiana, EUR/USD si è nuovamente riportato in area 1.1460 appena sopra gli ultimi minimi che hanno trovato in area 1.1460 un valido supporto.

DAX si trova ancora in congestione ed i prezzi stanno cercando di testare nuovamente il livello di massima importanza 11480 dove passano anche le FH rialziste di fine movimento. Oltre alla lettera di cui sopra, giovedì prossimo si pronuncerà anche il governatore Draghi per l'aggiornamento bimestrale della policy della BCE.

venerdì 19 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 19/10/2018


Come mi aspettavo, DAX dopo aver scaricato l'enorme forza accumulata durante la discesa della prima metà di ottobre, ha accelerato nuovamente a ribasso, rientrando nella congestione per "schiantarsi" contro 12480 livello di max imp. La lettera della Commissione Europea, consegnata da Moscovici, è giunta just in time per alimentare il movimento.

Nel frattempo lo spread BTP-Bund ha superato 330bp e FTSE-MIB ha perso quasi il 2% chiudendo a 19027. Non è andata meglio a EUR/USD tornato in area 1.1450 e Crude Oil che ha sfondato a ribasso 70$ per barile.

giovedì 18 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 18/10/2018


Sembra che il tentativo di rimbalzo degli indici azionari sia già terminato al raggiungimento della prima resistenza. Era necessario uno scarico dell'enorme forza accumulata durante la discesa delle ultime sedute, ma ora, eccezion fatta per il settimanale, c'è spazio per scendere nuovamente, perlomeno sugli ultimi minimi.

Registriamo un forte movimento direzionale ribassista su EUR/USD che ha fatto tornare i prezzi in area 1.15 e sul Crude Oil, tornato a 70$ per barile. Anche sul fronte petrolifero c'è un rincorrersi di notizie che è utile andare a vedere. Teniamo anche presente le problematiche geopolitiche che vedono Turchia e USA contrapporsi all'Arabia Saudita a causa dell'uccisione del giornalista arabo. L'impulsivo re Saud è caduto in una trappola neanche tanto difficile da prevedere.

mercoledì 17 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 17/10/2018


Ieri abbiamo visto avverarsi lo scenario che aveva le minori probabilità, ovvero abbiamo registrato rimbalzi diffusi su tutti gli indici azionari e soprattutto su FIB in Europa e Nasdaq negli USA, quest'ultimo ha registrato un rialzo leggermente inferiore al 3%.

I prezzi avrebbero già dovuto scaricare la forza eccessiva accumulata durante i sell-off delle scorse sedute, quindi i buoni dati provenienti dagli Stati Uniti hanno aperto la diga ad un ritracciamento delle quotazioni.

martedì 16 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 16/10/2018


La settimana è iniziata con un tentativo di rimbalzo su DAX ed EUR/USD mentre Wall Street e FTSE-MIB hanno mantenuto una sostanziale lateralità. Lateralità ampia ma ben individuabile anche sull'indice tedesco.

La strategia che ho postato venerdì scorso sul gruppo Facebook ha colpito il secondo target facendo un profitto di 147 punti intraday, per cui ti invito a seguirmi anche sul gruppo per vedere informazioni tempestive.

venerdì 12 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 12/10/2018


DAX è effettivamente arrivato a colpire perfettamente la MM200 che transita in area 11400 ora è necessario verificare se questa riuscirà a raggiungere le quotazione oppure ci attendono discese sotto 11000.

La seduta di mercoledì scorso è stata cruciale, in quanto, soprattutto sugli indici europei, abbiamo visto l'abbattimento di livelli di supporto importanti che duravano da molti mesi. Questa situazione ha fatto si che anche nella giornata di ieri continuassero ondate di sell-off.

giovedì 11 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 11/10/2018


Orbene, ieri Wall Street, che tenevamo sotto stretto monitoraggio, ha mollato con S&P500 che ha perso circa 120 punti indice, DowJones oltre 1100 punti indice. Parallelamente l'indice VIX schizzava a 24 punti.

Questo flusso importante di vendite ha avuto ripercussioni in Europa dove gli indici erano perlopiù in positivo, fino a quel momento. Ora mi attendo che FIB arrivi al target daily posto a 19200 mentre la situazione su DAX è più complessa in quanto ha abbattuto i minimi di febbraio/marzo scorsi e a breve si troverà a contatto con dei supporti molto importanti.

mercoledì 10 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 10/10/2018


Ieri la giornata era  partita ancora con uno spread BTP-Bund ampiamente sopra 300bp per poi ritracciare nella seconda parte di seduta e ritornare in area 295bp. E questo ha influito anche sull'andamento degli indici europei che, dopo aver toccato nuovi minimi relativi, hanno visto partire una fase di rimbalzo.

La mia previsione di target in zona 11700 per DAX, fatta pubblicamente quando i prezzi erano immediatamente sotto 12400, si è rivelata vincente.

martedì 9 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 9/10/2018


Come era facile aspettarsi, dopo la lettera a mercati chiusi dei commissari europei, ieri l'indice FIB ha reagito a ribasso perdendo il 2.43% mentre lo spread BTP-Bund superava ampiamente 300bp. Le quotazioni sono prossime al target settimanale 19680 dove verrà chiuso anche un gap di aprile scorso.

Negli Stati Uniti invece la borsa era chiusa per la festività del Columbus Day ma i future hanno seguito l'andamento europeo salvo poi ritracciare gran parte della discesa prima della chiusura. Crude Oil sta cercando di consolidare sopra i massimi di maggio e luglio scorsi. Cambio EUR/USD stabile.

venerdì 5 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 5/10/2018


Si restringe lo spread ma FIB rimane sotto pressione, anche se, come DAX, è inserito in una fase laterale. A mio modo di vedere, vanno tenuti strettamente sotto osservazione gli indici statunitensi, soprattutto Nasdaq e Dow Jones, che mostrano evidenti divergenze  ribassiste daily. In caso di smottamento di essi assisteremmo a forti accelerazioni ribassiste in Europa.

Da tenere d'occhio anche il petrolio Crude Oil che dovrà confermare la rottura rialzista di 74$ limite superiore della congestione, che potrebbe dare il via ad un forte trend.

giovedì 4 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 4/10/2018

Nella giornata di ieri FIB ha continuato il rimbalzo partito martedì dopo che i prezzi hanno colpito il prezzo di attivazione weekly 20185 senza confermare, al momento. Il rimbalzo è giunto fino a 20885 prima di invertire la rotta e chiudere con una candela daily a ribasso.

A Wall Street abbiamo visto una storia simile, con S&P500 che ha cercato addirittura di fare nuovi massimi record, ma le candele in chiusura sono rosse. Anche se il dato ADP, che anticipa sempre i Non-Farm-Payrolls che verranno rilasciati domani, ha sorpreso positivamente.

martedì 2 ottobre 2018

DAX Trading Strategy 2/10/2018


Ciao ragazzi, ho approfittato della chiusura infrasettimanale per festività dello XETRA  di mercoledì prossimo, per fare un viaggio che rimandavo da un pò di tempo; per cui questa ottava le analisi saranno sintetiche e solo in formato testuale.

Ovviamente, anche se sono in giro "butto" sempre un occhio ai mercati, soprattutto in questo periodo in cui i grafici sono molto volatili e di difficile interpretazione. 

Nonostante ciò, ecco la mia strategia per oggi 2 ottobre. La strategia di venerdì scorso ha generato un profitto di 138 punti.

STRATEGIA: in caso di chiusura H1 sotto 12167 vado SHORT con target 12087 in estensione a 11867 Protezione in caso di chiusura H1 sopra 12300

(tenere un'area cuscinetto di 3/5 punti sul prezzo di attivazione, in base alla volatilità di giornata).

ATTENZIONE: Rilascio di Notizie ad Alto Impatto 

------------LEGGI BENE IL DISCLAIMER------------

venerdì 28 settembre 2018

DAX Trading Strategy 28/9/2018


Alla fine il consiglio dei ministri ha varato la manovra del DEF accogliendo le richieste di entrambi gli schieramenti al governo, confermando il deficit al 2.4%. Immediata la reazione di EUR/USD che è crollato da 1.18 a 1.16 mentre FIB risponderà questa mattina, in quanto al momento dell'ufficializzazione aveva già chiuso.

Dall'altra parte del'oceano a tenere banco è il caso Kavanaugh e la messa in stato d'accusa di Musk, per frode, da parte della SEC. Gli indici americani intanto ieri sera hanno chiuso tutti in positivo sulla conferma del PIL e dell'esplosione degli ordinativi di beni durevoli. Nasdaq il migliore.

giovedì 27 settembre 2018

DAX Trading Strategy 27/9/2018


La Federal Reserve non ha riservato sorprese, il tasso è salito a 2.25% come era nelle attese degli analisti, ma dai verbali è sparita la parola "accomodante", segno che il FOMC vuole andare avanti sulla strada dei rialzi con decisione, con le tempistiche precedentemente comunicate.

Oggi l'attenzione si sposta sulla manovra finanziaria dell'esecutivo italiano, che dovrebbe giungere in giornata, ma è fondamentale anche seguire il dato sugli ordinativi di beni durevoli negli USA, così come il PIL.

mercoledì 26 settembre 2018

DAX Trading Strategy 26/9/2018


Gli indici a Wall Street sono in laterale in attesa delle decisioni del FOMC di oggi che saranno pubblicate alle 20 insieme al tasso federale, mentre alle ore 20.30 vedremo la conferenza del governatore della Federal Reserve mr. Powell.

Gli analisti si attendono un ulteriore rialzo del tasso, come da tabella di marcia. Nel frattempo, in Argentina, in piena crisi, si è dimesso il governatore della banca centrale, proprio nel mezzo dei colloqui con il Fondo Monetario Internazionale per ottenere un prestito di salvataggio.

martedì 25 settembre 2018

DAX Trading Strategy 25/9/2018


E' iniziata una settimana calda in borsa, gli operatori prevedono uno scontato rialzo dei tassi domani da parte della Fed, poi sarà interessante giovedì conoscere il PIL statunitense e soprattutto il DEF italiano, che potrebbe slittare a venerdì.

Da notare che in chiusura della scorsa ottava sia gli indici di Wall Street che DAX che EUR/USD hanno raggiunto i rispettivi target di fine movimento in H1. Questi ultimi due hanno raggiunto anche il target H4.

venerdì 21 settembre 2018

DAX Trading Strategy 21/9/2018


Gli indici USA ieri hanno guadagnato circa l'1% con S&P500 e Dow Jones che hanno registrato nuovi record assoluti. DAX ha archiviato lo 0.90% circa mentre più indietro troviamo FIB che ha guadagnato mezzo punto percentuale, mentre lo spread recuperava area 240bp.

Crude Oil sta ritestando il livello 70$ mentre EUR/USD è tornato in area 1.18 con un buon allungo. Tali movimenti sono sicuramente tipici dei giorni immediatamente precedenti alle scadenze tecniche, come quelle di oggi.

giovedì 20 settembre 2018

DAX Trading Strategy 20/9/2018


Ieri borse in positivo, solo l'indice Nasdaq ha vissuto una defaillance nel pomeriggio che poi è stata recuperata nelle ore immediatamente successive. S&P500 è in procinto di battere nuovi massimi record. 

Crude Oil ha sfondato quota 70$ c'è da verificare se confermerà, mentre EUR/USD è laterale ancora attorcigliato su 1.1682 liv. max imp. 

mercoledì 19 settembre 2018

DAX Trading Strategy 19/9/2018


Ieri mattina, pronti-via, DAX è scattato subito a rialzo, andando in forzatura, considerato che era già iniziata la risposta rialzista dei future sugli indici di Wall Street, al ribasso generato dall'annuncio di nuovi dazi alla Cina. Addirittura S&P500 è ben impostato per toccare nuovi record a breve.

Le borse così come il Forex si sono completamente disinteressati dei venti di guerra in Siria, le cui cronache riportano dell'abbattimento di un aereo russo per la guerra elettronica con 14 membri dell'equipaggio che risultano ancora dispersi. Il ministero ha comunicato che la Russia risponderà a questo attacco con i modi e tempi che riterrà opportuni.

martedì 18 settembre 2018

DAX Trading Strategy 18/9/2018


Ieri sera l'amministrazione Trump ha annunciato ulteriori dazi al 10% su 200 miliardi di prodotti cinesi che scatteranno a fine settembre, aliquota che poi passerà al 25% a fine anno. L'annuncio ha spedito gli indici di Wall Street in forte ribasso, mentre la sessione europea si era già chiusa con FIB miglior listino d'Europa.

Da annotare che ieri sera navi americane hanno sferrato un attacco missilistico sulla Siria, ma fonti sul campo riportano che tale attacco è fallito, poichè tutti i missili sono stati intercettati e distrutti dalla difesa aerea siro-russa prima di colpire i target.

venerdì 14 settembre 2018

DAX Trading Strategy 14/9/2018


Come dalle attese degli analisti, la riunione della BCE è passata oltre come un non-evento con Draghi che ha eluso le domande sull'Italia affermando che il governo italiano ha dichiarato di rispettare gli impegni con l'UE, mentre non sono state poste domande specifiche sull'esposizione delle banche tedesche ai due mercati in crisi, ovvero Argentina e Turchia.

La BCE si riunirà altre due volte quest'anno, ad ottobre e a dicembre, mentre il 26 settembre tocca alla Federal Reserve che dovrebbe procedere ad un ulteriore rialzo del costo del denaro. Anche la Bank of England ieri ha lasciato invariata la sua politica monetaria, contribuendo al rimbalzo già in atto sulla sterlina.

giovedì 13 settembre 2018

DAX Trading Strategy 13/9/2018


Lo spread BTP-Bund rimane stabile intorno a 240 bp con gli indici europei che ieri  hanno chiuso leggermente in positivo, ma sappiamo che sono inseriti in una fase di lateralità. EUR/USD attende oggi la BCE rimanendo sopra 1.16 mentre Crude Oil ha continuato il rimbalzo cercando di abbattere 70$ ma, al momento, senza successo.

Dall'altra sponda dell'oceano Wall Street ha chiuso in negativo in conseguenza dell'inasprirsi della guerra commerciale dei dazi con la Cina che ha chiesto al WTO di applicare sanzioni agli USA per inadempienza degli accordi commerciali.

mercoledì 12 settembre 2018

DAX Trading Strategy 12/9/2018


Ieri pomeriggio ci ha pensato Wall Street ad invertire la rotta, con gli indici che hanno chiuso in buon rialzo, mentre quelli europei hanno chiuso in marginale ribasso. Ma la star del giorno è stato Crude Oil che ha guadagnato circa 2$ annullando le ultime 5 sedute.

Lo spread BTP-Bund è rimasto stabile intorno a 235 pb ed il cambio EUR/USD ha chiuso sostanzialmente sul prezzo di apertura. C'è in balla la decisione del parlamento europeo sulle sanzioni all'Ungheria.

martedì 11 settembre 2018

DAX Trading Strategy 11/9/2018


Spread BTP-Bund ancora in calo, intorno a 232 bp e FTSE-MIB che perde quasi l'1% dopo aver aperto in gap-up. Wall Street si mantiene laterale, mentre Crude Oil si mostra ancora debole. EUR/USD è inserito in una congestione daily che fa perno su 1.16.

In attesa delle decisioni della BCE, che saranno comunicate giovedì prossimo, DAX mantiene la rotta ribassista aggiornando, stamattina, i minimi di periodo e vede già nel mirino i minimi di aprile, relativi al sell-off che era partito a febbraio scorso a Wall Street.

venerdì 7 settembre 2018

DAX Trading Strategy 7/9/2018


A Wall Street future laterali in attesa dei dati sull'occupazione alle ore 14.30 italiane, mentre DAX sta continuando la sua discesa; e questa mattina anche FTSE-MIB perde 0.70% dopo le parole di Moscovici, pur rimanendo all'interno della congestione daily.

Stiamo assistendo ad un indice DAX che scende, orfano della mano forte, questo fa pensare che i livelli precedenti e attuali erano esagerati. Un mercato senza guida torna sempre sul livello di equilibrio. Adesso va fatta attenzione al movimento violento nel momento in cui rientrerà la mano forte.

giovedì 6 settembre 2018

DAX Trading Strategy 6/9/2018


Spread BTP-Bund ancora in discesa questa mattina, si attesta intorno a 250 bp e FTSE-MIB in congestione che non risente della discesa di DAX. Wall Street non da ancora segnali di preoccupazione, in attesa del dato Non-Farm-Payrolls di domani mentre EUR/USD e Crude Oil cercano il rimbalzo.

I prezzi di DAX sono arrivati nella zona del mega-supporto dove a 11970 abbiamo il target che chiude il ciclo daily. Quindi da qui abbiamo due strade: o parte il rimbalzo, oppure inizia a cedere anche Wall Street ed allora per l'indice DAX si aprirà il baratro.

mercoledì 5 settembre 2018

DAX Trading Strategy 5/9/2018


Spread BTP-Bund che continua a scendere forte sotto 260 bp e rendimenti dei BTP sotto il 3% questa mattina. Va bene anche FTSE-MIB che sta guadagnando, in questo momento, oltre il mezzo punto percentuale, mentre DAX sta tentando il recupero dopo essere arrivato a perdere l'1%.

Le mani forti su DAX sono in accumulo già da un paio di giorni, vista l'area di supporto intorno a 12000 e se mi segui sul gruppo Facebook avrai visto che anche io ieri ho fatto un primo acquisto. Se il trend di breve è ribassista, quello di medio termine deve ancora trovare una direzione.

martedì 4 settembre 2018

DAX Trading Strategy 4/9/2018


Milano guadagna mezzo punto percentuale mentre DAX sta perdendo quasi l'1% tirandosi dietro i future sugli indici di Wall Street, dopo l'annuncio che entro settembre il titolo Deutsche Bank uscirà dall'indice Eurostoxx, ma domani dovrebbero essere comunicati aggiornamenti anche nel paniere titoli del listino DAX.

Intanto, salgono dollaro e Crude Oil mentre l'Argentina, al collasso, ha varato una manovra "lacrime e sangue" per azzerare il disavanzo entro il 2019 e ricevere fondi salva-vita dal Fondo Monetario Internazionale.

venerdì 31 agosto 2018

DAX Trading Strategy 31/8/2018



Borse asiatiche in rosso stamattina dopo l'annuncio-minaccia di Trump di altri possibili 200 miliardi di dazi contro la Cina e una future uscita dal WTO che, a detta del presidente, non farebbe gli interessi degli Stati Uniti. Intanto Cina e Russia preparano le risposte; lo scacchiere geopolitico rimane assolutamente caldo.

Mentre attendiamo la comunicazione dell'agenzia Fitch (in serata) sulla revisione del rating italiano, la borsa di Milano è in ribasso dello 0.20% con Unicredit che rimane sotto pressione. Lo spread si aggira intorno a 285 bp.

giovedì 30 agosto 2018

DAX Trading Strategy 30/8/2018


Nell'attesa della revisione del rating da parte dell'agenzia Fitch sull'Italia (domani), oggi il governo ha collocato BTP con varie scadenze, però con rendimenti che non si vedevano dal 2014. Nonostante ciò, stamattina lo spread BTP-Bund ha rotto a ribasso la fascia 275-280 per poi ristabilizzarsi in area 274.

La seduta europea si è aperta con forte volatilità che ha portato i prezzi di DAX a ritestare il precedente supporto in area 12400 nonchè a chiudere il gap di lunedì scorso. In realtà il ribasso di stamattina fa parte del collaudato movimento di forzatura di cui vi parlo sempre, ma questa volta l'ho sottovalutato in quanto pensavo lo scarico fosse già avvenuto nella lateralità formatasi appena sotto 12600. Ora manca la terza gamba, rialzista in questo caso.

mercoledì 29 agosto 2018

DAX Trading Strategy 29/8/2018


Richiesta doppia per l'asta di 6 miliardi di BOT a 6 mesi ma parallelamente è salito il rendimento a 0.438% mentre lo spread BTP-Bund continua a ballare tra 275 e 280 punti base.

Questa mattina gli indici stanno leggermente ripiegando con lo sguardo verso la Turchia, al momento in rosso banche e titoli legati alle utility.
Ma al momento parliamo solo di un ritracciamento fisiologico, dopo i forti allunghi dei giorni scorsi. A mio modo di vedere il trend rialzista non è ancora finito.

martedì 28 agosto 2018

DAX Trading Strategy 28/8/2018


Eccomi tornato dalla mia breve pausa, durante la quale gli indici di Wall Street hanno fatto nuovi massimi record ed il cambio EUR/USD ha invertito la corsa, ed ora vede nel radar target 1.19

Oggi tutte borse positive ad eccezione di Milano che soffre ancora un comparto bancario sotto pressione, forse come conseguenza dell'attacco alla lira turca che si sta nuovamente infiammando. Lo spread BTP-Bund è stabile intorno a quota 275.

lunedì 20 agosto 2018

Max va in vacanza!!

Ci ritroviamo qui con le videoanalisi il 28 agosto.
Se necessario, posterò eventuali aggiornamenti sul Gruppo Facebook "Max Strapazza il DAX"

Buone vacanze!!

venerdì 17 agosto 2018

DAX Trading Strategy 17/8/2018


Indici europei ancora a ribasso questa mattina, Milano la peggiore, con lo spread BTP-Bund attestato in zona 285 punti base. Il dato pubblicato questa mattina sull'inflazione europea ha confermato le stime a 2.1%.

Riguardo alla guerra dei dazi si avvertono segnali di una possibile distensione tra USA e Cina che presto si siederanno al tavolo delle trattative, mentre ha ripreso a scendere la lira turca. Sotto pressione il reparto bancario.

giovedì 16 agosto 2018

DAX Trading Strategy 16/8/2018


Crollo di Atlantia in borsa, controllante di Autostrade per l'Italia, che prima di arrivare a perdere il 25% ha faticato a fare prezzo, a seguito degli annunci del governo sulla revoca delle concessioni autostradali.

In recupero la lira turca anche aiutata dagli annunci del governo cinese che è pronto ad inviare dei negoziatori a fine agosto a trattare con l'Amministrazione Trump sul commercio e quindi sui dazi.

martedì 14 agosto 2018

DAX Trading Strategy 14/8/2018


Sembra al momento rientrato lo spauracchio del contagio turco. Nasdaq aveva recuperato, già ieri, tutta la discesa, mentre gli altri indici occidentali inseguono. Lo spread BTP-Bund sta ritracciando intorno a 270 dopo aver toccato ieri area 280.

Buoni i dati Eurozona pubblicati questa mattina, soprattutto riguardo la stima del PIL a 0.4% contro aspettative stabili allo 0.3% e lo ZEW Economic Sentiment tedesco. Invece negativa, più del previsto, la produzione industriale tedesca mese su mese.

venerdì 10 agosto 2018

DAX Trading Strategy 10/8/2018


Apertura negativa per gli indici europei, che hanno seguito la china lanciata dai future di Wall Street e da Tokio nella notte, con aperture in ampio gap-down. A spaventare i mercati è la situazione finanziaria della Turchia con la moneta nazionale che continua a crollare, i rendimenti dei bond che hanno raggiunto il 20% e questo sta facendo innervosire la BCE che pensa alle esposizioni delle banche dell'Eurozona verso la Turchia. 

La più esposta è la spagnola BBVA per 83 miliardi ma nel gruppo c'è anche Unicredit che infatti ne sta già pagando le conseguenze oggi in borsa. Ma a perdere terreno è anche il cambio EUR/USD che ha toccato 1.1430 mentre tutti gli indici europei stanno perdendo intorno al 1.5%.

giovedì 9 agosto 2018

DAX Trading Strategy 9/8/2018


Questa mattina Piazza Affari sotto pressione in apertura con lo spread BTP-Bund che permane in area 250 punti base. A pesare è il comparto bancario con il diffuso abbassamento dei target price e l'affaire Banca Carige.

Gli indici di Wall Street sono sempre appena sotto gli ultimi massimi storici, pronti a sferrare l'attacco, anche se Dow Jones si trova un pò indietro rispetto a S&P500 e Nasdaq. Domani verrà rilasciato il dato sull'inflazione USA, grande sorvegliato dalla Fed.

mercoledì 8 agosto 2018

DAX Trading Strategy 8/8/2018


Oggi 2 notizie hanno colpito i mercati. La prima, a livello globale, è l'annuncio ufficiale da parte dell'Amministrazione Trump di nuovi dazi su 16 miliardi di beni cinesi, tra i quali molti di quelli inseriti nel piano Made in China 2025.

La seconda notizia riguarda il downgrade effettuato da Moody's su Banca Carige #CRG con giudizio messo sotto osservazione per ulteriori tagli. Secondo l'agenzia americana la banca ligure si avvia a grandi passi verso il default.

martedì 7 agosto 2018

DAX Trading Strategy 7/8/2018


I prezzi del petrolio in risalita, Crude Oil quota intorno a 69$ x barile, trainano la risalita delle borse.Il miglior indice rimane Nasdaq che è vicino a riagguantare l'ultimo massimo record a 7517.

Piazza Affari è condizionata dalle trimestrali in corso di pubblicazione, tra alti e bassi, e soprattutto dalle manovre di governo, il quale sta per varare la legge di bilancio.

venerdì 3 agosto 2018

DAX Trading Strategy 3/8/2018


Riprende a salire lo spread BTP-Bund, riprende la manipolazione della BCE alla quale non piace il Decreto Dignità, appena approvato, e il bilancio 2019. Anche Piazza Affari è in negativo.

Ieri, come previsto dagli analisti, la Bank of England ha proceduto ad alzare il costo del denaro di un quarto di punto percentuale portandolo allo 0.75%. La conferenza di Carney è stata assolutamente da falco, anche se ha ammesso che continua a pesare il nulla di definito rispetto alla Brexit.

giovedì 2 agosto 2018

DAX Trading Strategy 2/8/2018


Pesanti gli indici europei con perdite arrivate fin quasi al 2% mentre si mantengono più cauti, al momento i future sugli indici americani che registrano perdite intorno allo 0.7%. Questo è la conseguenza della conferma, nella notte, da parte dell'Amministrazione Trump, della volontà di voler aumentare i dazi al 25% su 200 miliardi di merci importate dalla Cina.

Poche ore prima il comitato della Fed aveva lasciato i tassi invariati, rilasciando un comunicato stampa con una forwaed guidance cambiata, ancora più aggressiva, che però non fa riferimento alcuno alla guerra dei dazi.

mercoledì 1 agosto 2018

DAX Trading Strategy 1/8/2018


Questa mattina sono stati pubblicati PMI manifatturieri negativi per quanto riguarda Spagna, Germania e soprattutto Italia che presenta una rilevazione a 51.5 la più bassa dal 2016. Stabile invece quello complessivo dell'Eurozona a 55.1

Pesante Milano dopo la chiusura in rosso della Cina, in quanto pare che i consiglieri di Trump siano al lavoro per applicare nuovi dazi al 25% su 200 miliardi di merci cinesi. FIB sta ritestando il livello di massima importanza a 22055 se questo livello dovesse cedere presumo che i prezzi vadano a ricoprire tutta l'accelerata di ieri.

martedì 31 luglio 2018

DAX Trading Strategy 31/7/2018


La Bank of Japan questa mattina non ha apportato nessun cambiamento drastico alla sua politica monetaria, mentre questo era il timore degli analisti. Differentemente, a generare volatilità sono stati i dati relativi all'Eurozona, con un PIL allo 0.3% inferiore alle attese che erano dello 0.4%; invece positivo il dato sull'aumento dei prezzi al consumo uscito al 2.1% contro aspettative di stabilità al 2%.

Nel pomeriggio ci attendono importanti dati USA in pubblicazione, tra cui le spese personali, il Chicago PMI e l'indice Consumer Confidence. Inoltre è da segnare in agenda il rilascio dei verbali e del tasso del FOMC domani alle ore 20 italiane. Il tasso dovrebbe rimanere stabile ma rivestirà, ovviamente, importanza la forward guidance dei verbali.

venerdì 27 luglio 2018

DAX Trading Strategy 27/7/2018


Come da attese, ieri la BCE ha lasciato tutto invariato, sia i tassi che la forward guidance, confermando la fine del QE e che un potenziale aumento degli stessi non potrà avvenire prima dell'estate 2019. 

In conseguenza di questo, EUR/USD ha perso posizioni riportandosi in direzione di 1.16 mentre gli indici di borsa sono in rialzo, vedasi DAX che sta puntando il livello di max importanza 13010.