venerdì 9 dicembre 2016

DAX Trading Strategy 9/12/2016


Ragazzi, vi avevo detto che EUR/USD sopra 1.07 in questa fase non è sostenibile ed infatti dopo Draghi ce lo ritroviamo sotto 1.06 Ora secondo me si svilupperà una congestione sopra 1.0530 prima di una nuova discesa che probabilmente avverrà mercoledi prossimo quando la Fed alzerà i tassi di almeno lo 0.25% e comunicherà la frequenza dei prossimi rialzi.

Draghi ha esteso di 9 mesi il QE, anche se dopo marzo 2017 gli acquisti mensili scenderanno a 60 miliardi, e contestualmente ha ampliato il panel di asset acquistabili. Il presidente della BCE ha inoltre specificato che ancora la BCE non ha parlato di tapering.

Wall Street ormai aggiorna i massimi storici tutti i giorni. S&P500 è andato a toccare 2250 in divergenza ribassista H1 come il DAX, ma quando le istituzioni preposte pompano liquidità alle banche le divergenze possono aspettare.

DAX ha fatto +1.90% e sul True Direction Daily rimane dentro un forte segnale LONG mentre è continuato il forte carico di contratti SHORT e il forte scarico di contratti SHORT.
Il TD Daily ormai segna 273 un valore fuori da ogni normalità, che sta a testimoniare che sono le banche centrali a sostenere questo rally degli indici azionari.

Di conseguenza Yellen non ha più scuse per ritardare ulteriormente il secondo rialzo dei tassi, pena una totale perdita di credibilità.

STRATEGIA: per quanto riguarda il DAX si apriranno scenari importanti nel caso l'ottava si chiudesse sopra 11086 poichè si attiverebbe un target a 11535 Ovviamente, se le banche centrali mollano la presa potremmo avere un ritracciamento entro 10800 prima di giungere a target. Oggi potremmo toccare 11300.

ATTENZIONE: Rilascio di Notizie a Medio Impatto

Parola di trader professionista