martedì 14 luglio 2015

Previsioni Forex & Future - Aggiornamento di metà sessione 14/07/2015


Continua il connubio banche centrali e geopolitica. Infatti il governatore della BoE Carney ha fatto apprezzare la sterlina britannica contro tutte le altre major dicendo che si avvicina il momento del rialzo dei tassi, mentre in Medio Oriente l'accordo sul nucleare iraniano ha spinto i prezzi del petrolio sui minimi di periodo.

FIB: abbiamo ripercorso la coda di ieri fermandoci a ridosso della FH centrale rialzista. Sul True Direction H1 è in essere un segnale SHORT a dire il vero non eccezionale, che potrebbe avere target a 22730

DAX: sviluppo di una tipica formazione a bandiera ben visibile in H1 con i prezzi che sono quasi arrivati a testare il 50% della candela di ieri. Manteniamo la nostra operazione LONG con target 11593

SP500: per il momento in stretta lateralità, attendiamo il rientro dei volumi per valutare la continuazione del movimento rialzista. I target rimangono quelli analizzati.

EUR/USD: siamo di nuovo al test della base della congestione, ovvero il mio livello di max importanza 1.0975 Rimane valida la precedente analisi.

EUR/JPY: dopo un tentativo di sfondamento di 135.80 ha invertito la rotta per andare a testare 136.31 (media importanza). Rimaniamo FLAT.

USD/CAD: i prezzi del petrolio che scendono a testare gli ultimi minimi hanno spinto questo cambio alla rottura (per il momento solo tentata) degli ultimi massimi. Dobbiamo verificare se i prezzi rientreranno all'interno della congestione, oppure stia per iniziare una cavalcata verso 1.2873

UNICREDIT: lateralità con prezzi deboli. FLAT.