giovedì 17 dicembre 2015

Guadagnare con Forex & Future 17 dicembre 2015 FSH

Il FOMC ha rispettato la promessa, votando all'unanimità per un rialzo del federal funds rate dello 0.25% il che, a dire il vero, non ha generato tutta quella volatilità che ci attendevamo dopo quella che era stata la reazione all'ultimo meeting della BCE.

Invece le borse hanno gradito continuando il rimbalzo partito l'altro giorno e l'unico a pagarne le conseguenze è stato l'euro, con il future EUR/USD tornato su 1.09

Ora ci rimane l'appuntamento con le Tre Streghe di venerdì prossimo e poi possiamo andare tranquilli in pausa natalizia.

S&P500: come mi attendevo sull'accelerazione determinata dall'annuncio del FOMC siamo arrivati a lambire 2072 liv. max imp. Sul True Direction è entrato un segnale LONG, a dire il vero non molto convinto, ma dobbiamo monitorare area 2081 per vedere se verrà oltrepassata ed allora torneremo a 2102.50 diversamente ripiegheremo su 2016


FIB: il future sull'indice italiano dovrà allinearsi ai rialzi americani, poichè ovviamente all'orario dell'annuncio del FOMC aveva già chiuso, per cui questa mattina lo vediamo su 21600 Se supererà anche questo livello torneremo su 21900

EUR/USD: abbiamo avuto scodate sopra e sotto per poi confermare l'andamento ribassista e portarci su 1.09 In caso di rottura di 1.0893 confermo target 1.0860 e di seguito 1.0843 fine movimento. Diversamente entreremo in congestione sugli attuali livelli.

AUD/USD: continua l'assenza di direzionalità, per cui per il momento rimaniamo FLAT.

USD/CAD: continua a prevalere la fase rialzista con target 1.3910 in estensione a 1.40 Prima di longare attendiamo un segnale valido.

ENI: ieri abbiamo toccato il primo target 14 ed oggi potremmo proseguire a 14.14  Teniamo a mente che una rottura rialzista di 14.27 annullerebbe l'attuale fase ribassista nell'immediato.

ATTENZIONE: Rilascio di notizie a Medio Impatto.

Parola di trader istituzionale