mercoledì 9 novembre 2016

DAX Trading Strategy 10/11/2016


Finalmente anche lo spauracchio delle presidenziali statunitensi è stato archiviato, come ci aspettavamo ci sono stati grandi movimenti su borse, oro e dollaro; ed è continuata anche la corsa del rame.

La nostra strategia sul DAX che avevamo progettato già due giorni prima dell'election day, ipotizzando una vittoria della Clinton, ha funzionato magistralmente anche se a diventare il 45° presidente è stato Trump.

Perchè? Perchè era una strategia "unisex"?
In un certo qual modo si; nel senso che, come sai se mi segui da un pò di tempo, le mie analisi sono tutte basate esclusivamente sulle tracce che le mani forti lasciano sui grafici. Quindi ne possiamo dedurre che a Wall Street avessero dei sondaggi veri, diversi da quelli taroccati che forniscono a noi retail.
Tanto è vero che i fat boys si erano posizionati già da qualche giorno.

Al momento la strategia ha guadagnato circa 630 punti DAX ieri e mi avete intasato la casella Facebook con i vostri messaggi. Grazie della vostra stima. Inoltre sò di di miei allievi che hanno più che raddoppiato il conto. Complimenti a loro per aver avuto il coraggio di scendere nell'arena anche in un momento di cosi grossa incertezza.

Oggi la strategia dovrebbe darci altri 150 punti circa a rialzo, guarda il video.

Ieri sera la RBNZ ha tagliato il costo del denaro dello 0.25% dal 2% al 1.75% quindi continuano a tirare venti di guerra valutaria, ai quali constateremo se la presidenza Trump riuscirà a mettere fine.

STRATEGIA: flat (per altri dettagli guarda il video)

ATTENZIONE: Rilascio di Notizie a Medio Impatto

Parola di trader istituzionale