venerdì 22 marzo 2019


Ieri forti rialzi a Wall Street con chiusure sui massimi di giornata. Nasdaq ha toccato il mio target a 7455 superandolo ed ora il prossimo target è 7625 mentre S&P500 lo attendo a 2887, su Dow Jones invece non ho un segnale in corso.

Sugli indici europei non troviamo la stessa forza, fa eccezione FTSE-MIB, in quanto in questa fase sembrano portarsi a traino dell'America. Infatti sia gli indici dall'altro parte dell'oceano che FIB hanno svoltato il settimanale a rialzo mentre DAX potrebbe farlo nella chiusura d'ottava di oggi, vedremo.

giovedì 21 marzo 2019

DAX Trading Strategy 21/03/2019


Le comunicazioni di politica monetaria della Federal Reserve hanno sviluppato una forte volatilità, come era prevedibile per un appuntamento chiave e anche in funzione del periodo stagionale. A farne le spese principalmente dollaro che ha perso contro tutte le valute rivali ma anche Dow Jones e S&P500.

In controtendenza Nasdaq che vede nel mirino 7455, target del movimento daily, e anche Crude Oil che ha chiuso vicino ai massimi di periodo, appena sopra 60$.
Quindi dobbiamo vigilare su questa divergenza tra Crude Oil sui massimi di periodo e la debolezza registrata ieri dagli indici europei, eccezion fatta su FTSE-MIB.

mercoledì 20 marzo 2019

DAX Trading Strategy 20/03/2019


Ancora una seduta tutta verde per gli indici europei, quella di ieri, con FTSE-MIB che ha sfiorato ancora il punto percentuale di guadagno, chiudendo a +0.92% mentre il migliore è stato DAX con una chiusura a +1.12%; ma ancora molto deve recuperare dall'indice italiano.

Indici di Wall Street invece in chiusura ribassista, fatta eccezione per Nasdaq che ha chiuso praticamente in parità, alla vigilia della decisione di politica monetaria della Federal Reserve. Mentre in Europa a sorprendere è stato l'indicatore ZEW Economic Sentiment tedesco che ha battuto nettamente le previsioni.

martedì 19 marzo 2019

DAX Trading Strategy 19/03/2019


Inizio di ottava sprintoso per tutti gli indici occidentali, ma ancora di più per il solito FTSE-MIB che ha ancora sovraperformato chiudendo appena sotto l'1% di guadagno, con lo spread BTP-Bund in forte discesa.

Invece DAX, in controtendenza, ha chiuso in ribasso dopo la conferma dei colloqui tra Deutsche Bank e CommerzBank per una futura M&A, praticamente un matrimonio tra cadaveri. Intanto il governo tedesco ha precisato che non parteciperà all'aumento di capitale da 15 miliardi dell'ex gigante bancario teutonico.

venerdì 15 marzo 2019

DAX Trading Strategy 15/03/2019


Dopo le forti accelerazioni di mercoledì scorso, ieri solo FIB ha continuato l'ascesa, continuando a sovraperformare su tutti gli altri indici, portandosi dietro solo CAC40; mentre DAX ha chiuso debole insieme agli USA.

Ieri il parlamento del Regno Unito ha votato per una richiesta di slittamento a giugno della Brexit e contro un nuovo referendum. La regina si pronunciò all'epoca per il LEAVE e sembra non aver cambiato idea.

giovedì 14 marzo 2019

DAX Trading Strategy 14/03/2019


Dopo la contrazione di volatilità vista l'altro ieri sugli indici di Wall Street, ieri abbiamo assistito ad un buon recupero in concomitanza alla rottura del livello di massima importanza 57.55$ da parte di Crude Oil che ormai è vicino al target daily che avevamo individuato a 59.17$.

Il parlamento britannico ha votato per uscire dall'Unione Europea con un accordo con la Commissione, quindi oggi è previsto un nuovo voto per la proroga della data di divorzio. E' stata fugata la paura degli operatori di una fuoriuscita no-deal.

mercoledì 13 marzo 2019

DAX Trading Strategy 13/03/2019


Seduta passata in congestione, ieri, per gli indici, e su quelli USA abbiamo visto anche dei range giornalieri ridotti dopo le forti accelerazioni rialziste di lunedì; tutti gli operatori erano in attesa del voto del parlamento britannico sull'accordo Brexit con l'Unione Europea.

Nasdaq e S&P500 hanno mantenuto e/o migliorato i massimi raggiunti nella seduta precedente mentre DowJones ha ceduto ad un ritracciamento che possiamo osservare in modo ancor più evidente su DAX e FIB.