martedì 17 luglio 2018

DAX Trading Strategy 17/7/2018


Ieri si è svolto l'attesissimo incontro in territoriale neutrale tra Trump e Putin, che, a detta dei protagonisti, è stato proficuo, tanto che il presidente americano ha dichiarato la fine della guerra fredda. Ora sarà da verificare nelle prossime settimane se il deep-state, contrario a questo nuovo clima di distensione, farà ancora naufragare la situazione.

Da ieri gli indici di Wall Street stanno ritracciando, dopo il rally di settimana scorsa che ha portato Nasdaq a fare nuovi massimi record in area 7400 mentre gli indici europei non hanno seguito. Questi ultimi si trovano in congestione in un range ristretto.

venerdì 13 luglio 2018

DAX Trading Strategy 13/7/2018


Abbiamo visto un forte allungo sugli indici di Wall Street, partito ieri pomeriggio e protrattosi anche nella notte. A guidare il gruppo, ancora una volta, Nasdaq che mette a segno un nuovo record storico a 7397.

L'euforia USA ha trainato questa mattina gli indici europei facendoli aprire in gap-up prima di invertire, seguendo il ritracciamento di Wall Street. Rimane sempre una fase di trading difficile con alta volatilità e assenza di trend duraturi sul DAX.

giovedì 12 luglio 2018

DAX Trading Strategy 12/7/2018


A Innsbruck c'è l'accordo tra Italia, Austria e Germania sul controllo delle frontiere, arrivato al termine dell'incontro trilaterale al quale per Roma ha partecipato il ministro dell'Interno Salvini; ora aspettiamo di vedere se verranno applicati i termini dell'accordo e in quale modalità. Domani sarà la volta del meeting dei ministri dell'Ecofin.

Intanto, su pressioni francesi e tedesche, la BCE ha messo il turbo alla riforma delle banche popolari e BCC, si viaggia addirittura con mesi di anticipo. Si sa, le piccole banche italiane fanno gola ai grossi gruppi francesi e tedeschi e Draghi glieli servirà su un piatto d'argento.

mercoledì 11 luglio 2018

DAX Trading Strategy 11/7/2018


Trump continua ad inasprire la guerra commerciale mettendo sul piatto altri 200 miliardi di dazi alle esportazioni cinesi. Questo ha fatto accelerare a ribasso i future di Wall Street durante la notte e di conseguenza, questa mattina, le borse europee hanno aperto in profondo gap-down.

Riprende vigore lo spread, oggi intorno a 238, ma va bene l'asta di BOT del Tesoro italiano, con rendimenti in calo. Situazione difficile invece a Milano per i titoli bancari, tutti in calo intorno al 2%.

martedì 10 luglio 2018

DAX Trading Strategy 10/7/2018


Wall Street in grande spolvero nella notte, con i prezzi dell'indice Nasdaq che si sono spinti fino a 7316, e che stamattina sta trainando anche le borse europee, nonostante il pessimo dato dello ZEW tedesco che misura il sentiment tra gli investitori istituzionali.

Ovviamente, il dato risente della guerra commerciale e della difficile situazione dell'esecutivo Merkel che potrebbe essere posto nuovamente in discussione a seguito della prossima riunione dei ministri dell'Interno dei Paesi UE.

venerdì 6 luglio 2018

DAX Trading Strategy 6/7/2018


Borse asiatiche positive nel giorno dell'entrata in vigore dei dazi di Trump contro la Cina e indici europei in gap-up trascinati da Wall Street che a sua volta sconta il contenuto dei verbali della FOMC. Nel documento la Fed riconferma 4 rialzi dei tassi quest'anno e 3 rialzi nel 2019. I membri del board si dicono preoccupati per i dazi ma meno preoccupati per l'appiattimento della curva dei treasury.  Nel frattempo il Paese è tornato alla piena occupazione e le aziende faticano a trovare addetti qualificati.

Oggi gli analisti attendono il dato Non-Farm-Payrolls che verrà rilasciato alle ore 14.30 l'attesa è per 195000 nuovi posti di lavoro nel settore non-agricolo.

giovedì 5 luglio 2018

DAX Trading Strategy 5/7/2018


Il vertice del triangolo ha funzionato ancora, lanciando i prezzi contro la MM200 che questa mattina transitava in area 12440. Erano almeno 3 giorni che vi dicevo che sarebbe partita una botta di volatilità a dare una testata alla MM200.

Ma ancora non possiamo dire che la congestione, che stavamo osservando sui minimi, sia stata rotta, quindi calma e pazienza che i prezzi fanno ciò che devono fare. E' sempre tutta una questione di TIMING.