lunedì 17 novembre 2014

Analisi Giornaliera Forex 17 novembre 2014



Ciao! Durante l'analisi domenicale abbiamo sempre maggiori elementi di riprova rispetto alle analisi all'interno dell'ottava perchè abbiamo la possibilità di elaborare anche i dati provenienti dal True Direction Settimanale e dai contratti scambiati nell'ottava precedente, che possiamo anche scomporre e analizzare sia giornalmente che a qualsiasi periodo temporale, con una precisione davvero imbarazzante.


E' proprio per questo motivo che i miei target vengno colpiti dai prezzi con una precisione da cecchino. E questa settimana i cecchini sono stati EUR/JPY oltre a GBP/USD. Mentre
EUR/USD mi ha permesso di lavorare solo in scalping intraday all'interno del consolidamento.


Ed allora andiamo subito a parlare di Eurodollaro che ha rispettato la mia previsione, restituita dal mio indicatore True Direction che, in particolare quello settimanale, già domenica scorsa ci anticipava che non si sarebbe scesi sotto questo livello, lo stesso diceva l'analisi tecnica investigativa e lo stesso riportavano i contratti scambiati. Risultato? I prezzi non sono scesi, rimanendo all'interno dell'area delimitata dalla MB con un tentativo per il momento non ancora andato a segno, di rottura rialzista.

Quindi diversamente dagli altri che conoscono solo BUY e SELL perchè per loro il mercato è sempre uguale, non avendo essi la capacità di distinguere tra diverse fasi, diversa volatilità e soprattutto presenza o meno di mani forti, avevamo deciso di non prendere posizione e limitarci a lavorare intraday come ho dimostrato con un precedente post.

Ora andiamo a vedere cosa possiamo aspettarci dalla settimana entrante, che per me sarà più corta poichè dovrò viaggiare alla volta della nostra trading room ligure all'interno della quale avrà luogo la tre giorni destinata a far conoscere ad una volutamente sparuta pattuglia di warriors traders come è possibile fare trading come gli istituzionali.

Bene, il True Direction settimanale rimane in area LONG e rafforza l'intensità ed anche la situazione contratti (o COT) ci dice che le mani forti hanno leggermente aumentato la quantità di contratti LONG andando a diminuire con più decisione l'esposizione SHORT. Inoltre l'ultima barra di prezzo è un'inside rialzista.

Passando a venerdì, il True Direction ci mostra un segnale LONG abbastanza interessante e notiamo anche un aumento di volumi degno di nota, mentre la situazione contratti ci mostra che le mani forti hanno aperto circa la stessa quantità di LONG e SHORT.

Quindi ne traggo le conseguenze che il trend di fondo permane SHORT, ma per il momento non c'è la volontà di scendere sotto gli attuali minimi. Anzi, in seguito ad una rottura confermata della parte alta della congestione potremmo assistere ad un rimbalzo di breve periodo verso area 1.2630 come primo target.

Quindi per la giornata di oggi rimango ancora FLAT, ma perdurando tale status quo ad una rottura confermata rialzista della congestione non esiterei a comprare euro contro dollaro.
Fai attenzione al livello attuale di EUR/JPY che è stato raggiunto senza la presenza di una mano forte e sul quale il True Direction ci indica allerta poichè potrebbe svilupparsi una trappola per tori.

Fai attenzione anche alle posizioni SHORT sul MIB40 in quanto mi attendo un rimbalzo verso area 19300 
con sostanziale lateralizzazione nella prima parte d'ottava.

STRATEGIA EUR/USD: FLAT 

ATTENZIONE: Rilascio di news ad alto impatto. 

Parola di trader istituzionale.